Articolo


Iranian sites recognizaed by UNESCO


Piace : 174

1.   Armenian Monastic Ensemble. (2008) 

Si trova a 15 km a nord ovest di Julfa (nord-ovest dell'Iran) in un profondo canyon lungo il fiume Aras, sul lato iraniano del confine tra Azerbaigian e Iran. Questo sito protegge la ricca cultura dei cristiani armeni. Fu costruito nel 9° secolo e fu ricostruito nell'era safavide dopo che diversi terremoti lo danneggiarono.
 

2. Bam e il suo paesaggio culturale (2004)

Bam è il più grande edificio di mattoni di fango del mondo vicino alla città di Bam nella provincia di Kerman, nel sud-est dell'Iran e il suo paesaggio culturale è un esempio eccezionale di un insediamento commerciale dell'Asia centrale. La città ha avuto il suo periodo di massimo splendore dal 7 ° all'undicesimo secolo. L'antica cittadella di Arg-e Bam ha probabilmente una storia che risale a circa 2000 anni fa, ma la maggior parte degli edifici furono costruiti durante la dinastia safavide. Il 26 dicembre 2003, Bam fu quasi completamente distrutta da un terremoto.
 

3. Bisotun (2006)

Si trova lungo una rotta commerciale storica nella provincia iraniana di Kermanshah. Il suo monumento principale è l'iscrizione di Bisotun fatta nel 521 aC da Dario I Magno quando conquistò il trono persiano. L'iscrizione è scritta in 3 lingue: elamita babilonese e vecchio persiano. È per la scrittura cuneiforme ciò che la stele di Rosetta è per i geroglifici egizi: il documento più cruciale nella decifrazione di uno script precedentemente perso. Un ufficiale dell'esercito britannico Sir Henry Rawlinson fece trascrivere l'iscrizione in due parti nel 1835 e nel 1843.
 

4. Cultural Landscape of Maymand (2015)

Meymand è un villaggio molto antico che si trova vicino alla città di Shahr-e Babak nella provincia di Kerman, in Iran. Il paesaggio culturale di Maymand copre una valle desertica arida nell'Iran centrale che ospita popolazioni semi-nomadi. Praticano un sistema di transumanza trifase. In inverno vivono in case trogloditiche scavate in morbide rocce di pietra. L'area designata contiene case di accoglienza per gli animali punti di raccolta dell'acqua sistemi agro-pastorali e arte rupestre.
 

5. Golestan Palace (2013)

Palazzo Golestan reliquia di Teheran di una residenza storica del palazzo dei re della dinastia Qajar e degli edifici più belli e antichi della capitale del bicentenario dei conti. Gli edifici del palazzo furono costruiti in tempi diversi. Il suo nome deriva dalla Hall of Golestan nella produzione di edifici. Il sito comprende 8 complessi di palazzo attorno a un giardino. Tra le caratteristiche degne di nota ricordiamo: Marble Throne (Takht-e marmar) Hoze Khaneh una camera estiva con sistema di raffreddamentoTalar-e Aineh (Hall of Mirrors) Shams-ol-Emareh (Edificio del Sole) Diversi musei.

6. Gonbade Qabus (2012)
Gonbad-e Qabus è una monumentale tomba a torre e si trova nella provincia di Golestan, nel nord dell'Iran, nella provincia di Gonbad-e Qabus. Lo stile architettonico è un modo segreto e l'edificio è una delle torri in mattoni più alte del mondo in tutto il mondo. La torre alta 53 metri è stata costruita utilizzando mattoni refrattari non smaltati. La sua forma è cilindrica con un tetto conico e in piedi su un piano stellare. Divenne il prototipo per la costruzione di torri tombali nella storia dell'architettura islamica. La torre è l'unica parte che rimane della storica città di Jorjan. Si erge su una collina a cupola in un parco nel centro dell'attuale città Gonbad-e Qabus. 
 
  7. Masjede Jame of Isfahan (2012) 
Masjed-e Jame of Isfahan rappresenta una storia condensata dell'architettura iraniana. Visualizza stili architettonici di diversi periodi nell'architettura islamica del paese. La moschea è stata costruita nello stile architettonico quattro-iwan posizionando quattro porte faccia a faccia. In seguito divenne un prototipo per la progettazione di mosche e cupole. Situato nel centro storico di Isfahan è la più antica moschea del venerdì in Iran. È stato sviluppato dal 9 ° secolo in poi.  
 
 8. Meidan Imam Isfahan (1979)
 Meidan Imam Isfahan è una delle piazze più grandi del mondo e costruita da Shah Abbas I il Grande all'inizio del XVII secolo. La piazza è circondata da importanti edifici storici dell'era safavide. La Moschea Shah si trova sul lato sud di questa piazza. Sul lato ovest è possibile trovare Ali Qapu Palace. La Moschea Sheikh Lotf Allah si trova sul lato orientale di questa piazza e la parte settentrionale si apre nel Gran Bazar di Isfahan. Sono una testimonianza impressionante del livello di vita sociale e culturale in Persia durante l'era safavide.   
 
9. Pasargade (2004) 
Pasargadae fu la prima capitale dinastica dell'Impero achemenide fondata da Ciro II il Grande in Pars, la patria dei Persiani nel VI secolo aC. I suoi giardini di palazzi e il mausoleo di Ciro sono esempi eccezionali della prima fase dell'arte e dell'architettura reale achemenide e testimonianze eccezionali della civiltà persiana.   
 
10. Persepolis (1979)
 Persepolis era un'antica capitale cerimoniale della seconda dinastia iraniana dell'Impero achemenide. Le prove archeologiche suggeriscono che i resti più antichi di Persepoli risalgono al 518 aC circa. Fu Dario il Grande a costruire la terrazza e i grandi palazzi. Le rovine superstiti di Persepoli oggi sono una semplice ombra dell'antica gloria di Persepoli. L'importanza e la qualità delle rovine monumentali ne fanno un sito archeologico unico.

11. Shahre Sokhta (2014)

Shahr-i Sokhta ("Città bruciata") è un sito archeologico di un insediamento urbano dell'età del bronzo. È associato alla cultura di Jiroft una "civiltà indipendente dell'Età del Bronzo con una propria architettura e lingua" intermedia tra Elam a ovest e la civiltà della valle dell'Indo a est. Con una superficie di 151 ettari, Shahr-i Sokhta era una delle città più grandi del mondo agli albori dell'era urbana. Nella parte occidentale del sito c'è un vasto cimitero. Contiene tra 25000 e 40000 tombe antiche
L'insediamento è apparso intorno al 3200 aC. La città aveva quattro fasi di civilizzazione e fu bruciata tre volte prima di essere abbandonata nel 2100 aC. Il sito è stato scoperto e studiato da Aurel Stein nei primi anni del 1900.
 

12. Sheikh Safi o din Khangah e Ensemble di santuari ad Ardabil. (2010)

Lo sceicco Safi al Din Khanegah e l'Ensemble del Santuario di Ardabil è un rifugio spirituale sufi risalente agli inizi del XVI secolo e alla fine del XVIII secolo. Il complesso è un bell'esempio di architettura medievale iraniana. Il sito comprende una biblioteca, una moschea, una scuola, un mausoleo, una cisterna, un ospedale, una panetteria e alcuni uffici. Il pavimento del santuario è ricoperto da una riproduzione del tappeto più famoso del mondo, il tappeto Ardebil.
 

13. Shushtar Historical Hydraulic System (2009)

Shushtar Historical Hydraulic System è una città insulare dell'era sasanide con un complesso sistema di irrigazione. Il fiume fu incanalato per formare un fossato attorno alla città, mentre i ponti e le porte principali di Shushtar furono costruiti a est-ovest e sud. Un sistema di canali sotterranei chiamato Qanats che collegava il fiume ai serbatoi privati ??di case ed edifici forniva acqua per uso domestico e irrigazione, nonché per immagazzinare e fornire acqua durante i periodi di guerra quando le porte principali erano chiuse. Tracce di questi Qanats possono ancora essere trovate nelle cripte di alcune case. Questo complesso sistema di irrigazione degenerò durante il XIX secolo.

14. Soltaniyeh (2005)
 L'antica città di Soltaniyeh era la capitale della dinastia Ilkhanid (13 ° e 14 ° secolo) che fu fondata dai mongoli. La caratteristica principale delle numerose rovine di Soltaniyeh è il Mausoleo di Il-khan Oljeitu, tradizionalmente conosciuto come la Cupola di Soltaniyeh. È un monumento chiave nella storia dell'architettura islamica. La struttura eretta dal 1302 al 1312 vanta la più antica cupola a doppio guscio del mondo. L'edificio ottagonale è coronato da una cupola alta 50 metri ricoperta di ceramica blu turchese e circondata da otto minareti sottili.   
 
15. Susa (2015)
 Susa era un'antica città degli imperi elamita e achemenide. È uno degli insediamenti più antichi della regione risalenti al 4395 aEV. Il sito archeologico si trova nei Monti Zagros inferiori. Comprende due componenti: il complesso archeologico di Susa e l'area del Palazzo di Ardeshir.  
 
 16. Tabriz Historic Complex (2010) 
Il Tabriz Historic Bazaar Complex è uno dei più antichi bazar del Medio Oriente e il più grande bazar coperto al mondo. Tabriz è stato un luogo di scambio culturale sin dall'antichità e il suo storico complesso di bazar è uno dei centri commerciali più importanti della Via della Seta. 
 

17. Takhte Soleyman (2003)

Takht-e Soleyman "Il trono di Salomone" è il santuario più sacro dello zoroastrismo e dell'ex impero sasanide. Il sito archeologico di Takht-e Soleyman nel nord-ovest dell'Iran è situato in una valle situata in una regione vulcanica di montagna.
 

18. Tchogha Zanbil (1979)

Le rovine della città santa del Regno di Elam circondate da tre enormi pareti concentriche si trovano a Tchogha Zanbil. Fondato c. 1250 a.C. la città rimase incompiuta dopo essere stata invasa da Assurbanipal come mostrato dalle migliaia di mattoni inutilizzati rimasti nel sito
 

19. The Parsian Garden (2011)

"Il giardino persiano" comprende nove giardini di epoche e climi differenti. Derivano dal modello di Chahar Bagh: la divisione di un sito in 4 settori che si aprono nelle 4 direzioni cardinali. Questo risale al VI secolo aC La tradizione e lo stile nel design del giardino dei giardini persiani ha influenzato il design dei giardini dall'Andalusia all'India e oltre. Il design è dominato dalla geometria e dall'uso dell'acqua come elemento centrale. I 9 giardini designati sono: Giardino Reale di Pasargadae Bagh e Eram a Shiraz Bagh e Chehel Sotun Bagh e FinBagh e Dolat Abad a Yazd Bagh e Pahlavanpur Bagh e Shahzadeh Bagh e Abas Abad Bagh e Akbariyeh.
 

20- Iranian Qanats (2016)

21- Lout Desert (2016)

Dasht-e Lut è stato inserito nella lista dei siti patrimonio mondiale dell'UNESCO il 17 luglio 2016. Dasht-e Lut, un grande deserto salato in Iran, è il 25 ° deserto più grande del mondo.
La superficie della sabbia è stata misurata a temperature fino a 70 ° C (159 ° F), ed è uno dei luoghi più aridi e più caldi del mondo. Uno dei fenomeni più belli del deserto di Lut è Kaluts. Queste alte e strane scogliere che sono modellate da secoli di acqua e erosione del suolo creano uno scenario spettacolare nel deserto dando una vera scena di isolamento.
Dahte Lut si estende su 52000 chilometri quadrati a est e sud-est dell'Iran.